La stabilometria e la pedana stabilometrica

Tags: Stabilometria

Introduzione

Cosa si misura con l’analisi stabilometrica? Si misura la posizione media del centro di gravità del corpo e dei suoi piccoli movimenti di aggiustamento intorno a tale posizione

Scopo della stabilometria

  • Analizzare il sistema posturale fine
  • Testare la normalità delle entrate posturali
  • Indicare le premesse su cui basare le eventuali strategie terapeutiche

Principali misurazioni stabilometriche

  • Statokinesigramma: grafico dei movimenti del centro di pressione durante il test, la cui superficie esprime la precisione del sistema posturale fine
  • Stabilogramma: analisi degli spostamenti destra-sinistra e avanti-indietro
  • Quoziente di Romberg: rapporto fra la superficie ad occhi chiusi ed occhi aperti
  • Analisi frequenziale: Procedimento algoritmico, legato al principio matematico della trasformata di Fourier, per la valutazione dell’ampiezza delle oscillazioni posturali secondo la rappresentazione grafica della loro frequenza, in Hertz, al fine di determinare le zone di disfunzione del Sistema Posturale Fine
  • LFS: esprime il dispendio energetico che un soggetto consuma per mantenere la sua stazione eretta. Consente di interpretare aspetti vari delle tattiche posturali
  • Velocità media: Esprime l’intensità della “danza” del centro di pressione. Più la velocità è elevata maggiore è la fatica per mantenere la postura ortostatica che necessita di aggiustamenti posturali continui .Minore è la velocità e più sarà la rigidità del paziente con ipercontrollo

Descrizione Generale

  • Sistema robusto ed affidabile che non necessita di nessuna taratura nel tempo
  • Collegamento fra la pedana ed il computer tramite linea USB, che rende il sistema funzionante anche con personal computer portatili e senza necessità di alimentazione da rete
  • Gestione dei suoni: il sistema prevede che durante il test o il feedback possano essere mandati al paziente degli stimoli sonori o anche indicazioni sulla correzione della posizione. Il sistema utilizza le normali schede audio installate sui personal computer. Nel software sono inserite alcuni suoni base, ma ne possono essere aggiunti a piacere utilizzando il formato WAV